Il tuo sito racconta chi sei all’interno del vastissimo panorama di Internet: deve rispecchiarti, essere graficamente bello da vedere e funzionale, ottimizzato per i motori di ricerca e responsive per l’utilizzo sia da pc che da mobile.

Con questo articolo vogliamo aiutarti a capire se stai andando nella giusta direzione, o se è arrivato il momento di rifare il tuo sito, e se è ancora in preparazione ti consiglieremo la strada migliore da percorrere in 5 punti.

Usabilità del sito: l’utente sa cosa (può) fare e dove farlo?

Iniziamo dal principio: com’è organizzato il tuo sito? Creare e organizzare una sitemap funzionale e accessibile è il primo aspetto da considerare quando si valuta come ottimizzare la user experience. Ricordi la regola del 3? Dovrebbe essere possibile arrivare a ogni parte del sito con massimo tre click: prova a fare un check con il tuo sito per verificarlo.

Se così non fosse, almeno l’utente riesce a capire cosa è possibile fare sul tuo sito e dove cliccare per farlo? Sembra una banalità ma fin troppo spesso vengono messi on-line siti dove non è chiaro persino l’argomento: se non è chiaro all’utente non è chiaro a Google. Se non è chiaro a Google chi mai lo troverà?

Comunicare coerentemente: lo stai facendo bene?

Dopo aver analizzato lo schema del sito, in secondo luogo è buona norma uniformarne i contenuti affinché l’utente possa ritrovare sempre la stessa modalità di comunicazione e il medesimo tono di voce. Con tono di voce si intende il modo con cui una persona o un’azienda comunica la propria personalità, in questo caso attraverso i testi: per questo è importante individuarlo in modo da utilizzarlo in una comunicazione che ti rappresenti in tutto e per tutto.
Il messaggio che arriva all’utente non può essere casuale, ma deve essere quindi studiato, omogeneo e coerente con il tuo modo di comunicare.

Ti hanno trovato, come ti contattano?

Riepiloghiamo: hai aggiornato la mappa del tuo sito affinché sia facilmente usufruibile dall’utente (e dai motori di ricerca), hai uniformato i tuoi testi poiché ti rispecchino e la tua comunicazione risulti coerente ( così come la tua professionalità): hai lavorato anche sulla pagina contatti?
L’utente che vuole contattarti, che mezzi ha a disposizione? Oltre alla solita pagina, con la mappa per raggiungere la sede, il numero di telefono, l’e-mail e magari un bel form dedicato, hai previsto una chat?
Valutare di inserire una finestra di assistenza online, è utile per interfacciarti più velocemente con i tuoi utenti: potresti considerare anche una chatbot, magari con risposte preimpostate che siano divertenti e, perché no, accattivanti e ovviamente utili all’utente.

Non dimenticarti dei collegamenti ai tuoi profili social.

Monitoraggio: cosa fanno gli utenti sul tuo sito?

Sai che è possibile sapere che cosa fanno gli utenti sul tuo sito, monitorando i click e le azioni, nonché i motivi per cui lo abbandonano (quando capita, perché capita)? Tra gli strumenti disponibili per limitare quella che in gergo tecnico viene chiamata la frequenza di rimbalzo, ossia la percentuale di utenti che arrivano sul sito e che dopo anche un solo click ne escono senza ulteriori azioni, te ne vogliamo intanto nominare tre: tag manager, le heatmap (le mappe di calore) e gli strumenti di Google Analytics.

Non è possibile ovviamente improvvisarsi esperti di questi strumenti, ma potresti parlarne con il tuo webmaster per capire quale scegliere.

Contenuti adeguati: sii utile per i tuoi utenti

Ultimo aspetto da considerare, ma non per ordine di importanza, è quello relativo ai contenuti: abbiamo già analizzato la necessità di crearne di uniformi e coerenti con il nostro modo di comunicare. Altrettanto importante è l’aspetto del valore di tali contenuti: non solo devono essere ben scritti ma devono essere utili agli utenti.
Dovresti analizzare l’intento di ricerca di chi arriva (o dovrebbe arrivare) sul tuo sito: qual è il motivo per cui gli utenti cercano il sito e/o le parole chiave a esso collegate?
Hai creato contenuti di valore che davvero rispondano alle richieste dell’utente, o hai creato contenuti solo per il motore di ricerca?

Sai che gli algoritmi di Google vengono continuamente aggiornati e migliorati per fornire all’utente un’esperienza di reale valore, offrendo, come risposta alla sua ricerca, contenuti che davvero gli servano a rispondere alla sua richiesta?

Ecco, se non lo sapevi e se fino a ora non hai affrontato questa tematica non è troppo tardi: ti consigliamo però di correre velocemente ai ripari!

Ricorda: sii raggiungibile, utile, rispondi coerentemente agli utenti. Solo in questo modo arriveranno sul tuo sito, lo utilizzeranno e ritorneranno!

Vuoi ricevere un'analisi gratuita del tuo sito web? CLICCA QUI

Ti invieremo un report completo con i nostri consigli per posizionare al meglio il tuo sito web.