Nell’ampio settore del web marketing ci si trova spesso di fronte all’utilizzo di termini tecnici o di sigle, prese in prestito dall’inglese. Fra gli acronimi più inflazionati, troviamo quelli collegati ai motori di ricerca e alle pratiche che ruotano intorno al posizionamento dei siti: ci riferiamo a SEM, SEO e SEA.

Il marketing legato ai motori di ricerca: SEM

Sappiamo che la necessità, per chi possiede o gestisce un sito web, di trovarsi alle prime posizioni del motore di ricerca è prioritaria: chi si trova nelle prime pagine e nelle posizioni più alte riceve più traffico e quindi più visite.

Chi riceve più visite ha maggiori possibilità di arrivare prima e meglio all’utente, e quindi di convertire il suo passaggio dal sito in determinate azioni: raccolta informazioni e email per un database, sottoscrizione newsletter, acquisto di un bene o di un prodotto.

Tutte le strategie di marketing applicato ai motori di ricerca rientrano nel SEM, Search Engine Marketing che in sé riunisce le altre due sigle, SEO e SEA.

Rientra in questo tipo di attività quindi tutto ciò che può essere pianificato e fatto per agire strategicamente come l’ottimizzazione organica, la pubblicità sui motori di ricerca ma anche il benchmarketing (comparazione di performance, rendimento e dati dei competitor), le azioni volte ad aumentare la visibilità e la fiducia nel brand oltre alla web reputation, tutto quello che riguarda le strategie di customer care.

L’ottimizzazione organica: SEO

Una volta capito che la prima sigla raggruppa le successive, approfondiamo l’acronimo SEO, ossia Search Engine Optimization, l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Con questa si intendono tutte le attività volte a ottimizzare un sito affinchè possa salire, e restare alto, fra i risultati di ricerca organica, cioè non a pagamento dei motori di ricerca.

All’interno della SEO si possono fare due grandi distinzioni fra azioni on-site e off-site.

SEO on-site

Rientra nelle attività SEO on-site l’ottimizzazione tecnica del sito cioè tutti quei passaggi volti a pulire il codice e renderlo efficiente e veloce per il motore di ricerca: l’organizzazione della sitemap, delle URL, la pulizia dei tag e la gestione delle categorie, la gestione del template anche dal punto di vista della user experience. Insomma tutto quello che riguarda il codice del sito.

Rientra fra queste attività anche quello che riguarda l’ottimizzazione dei contenuti: la cura dei titoli e dei paragrafi, la keyword research, l’ottimizzazione delle immagini e degli elementi multimediali, l’attenzione ai testi (unici, utili, di qualità per l’utente), la cura dei link interni.

SEO off-site

Le attività off-site sono quelle identificabili come gestite e svolte al di fuori del sito: l’esempio principe è rappresentato dalla link building.

Con link building si intendono quelle azioni volte ad aumentare i link in entrata per un sito e serve ad aumentare il trust del motore di ricerca.

Proviamo a riassumere questo complesso argomento: per salire in SERP non sempre è sufficiente avere un sito perfetto lato codice e ottimizzato nel modo migliore lato contenuti.

È importante che ci sia fiducia e il sito porti valore, cioè che il motore di ricerca si fidi del sito, di quello che dice e di come lo dice. Uno dei metodi che i motori di ricerca utilizzano per capire se il sito è degno di fiducia, e di salire fra i risultati, è di verificare se viene nominato da altri siti.

Come avviene questa menzione? Con un link che parte da un sito e va verso un altro.

La promozione a pagamento: SEA

Chiudiamo questa analisi con la sigla SEA, acronimo di Search Engine Advertising: promozione sui motori di ricerca tramite pubblicità a pagamento.

Con SEA ci riferiamo quindi a quell’attività volta a far trovare prima e meglio un sito fra i risultati di ricerca, a pagamento tramite annunci, e si svolge attraverso piattaforme di advertising come Google Adwords o Bing ADS.
Anche sugli annunci viene svolta un’attività di ottimizzazione in relazione alle parole chiave da utilizzare a alla realizzazione del contenuto stesso.

Tutto chiaro?

Le attività di web marketing sono davvero di tante tipologie: adesso dovrebbe essere più chiaro ciò che sta dietro alle sigle, e a cosa si riferiscono.
Ricordati che fra i nostri servizi ci sono attività per migliorare il posizionamento del vostro sito sui motori di ricerca: scoprile!